Alan Michelini

Alan Michelini

Guida Alpina

Alan Michelini è nato a Rovereto nel 1979, frequenta la montagna in tutte le sue diverse sfaccettature da più di vent’anni. È diventato Guida Alpina nel 2012. Da allora svolge una intensa attività con i bambini e i ragazzi, gli adulti, le scuole e i gruppi, spaziando geograficamente dall’Alto Garda alle Dolomiti e oltre.

Alberto Stinghen

Alberto Stinghen

Geologo

Sono un geologo e un appassionato di montagna. Ho cominciato fin da piccolo a frequentarla, e ad oggi continuo a praticare con regolarità attività alpinistica su roccia, su ghiaccio e sugli sci. Come geologo, dopo la laurea mi sono occupato di varie tematiche: ho lavorato nella stesura delle più recenti carte geologiche della provincia di Trento; collaboro con vari studi professionali per la realizzazione di perizie tecniche, sempre in Trentino; ho lavorato come guida presso il Museo delle Scienze di Trento (l’ormai famoso MuSe). Sono poi sempre felice di condividere la mia passione e di mettermi a disposizione di chi voglia passare delle giornate alla scoperta delle bellezze e degli angoli più inaspettati delle terre che conosco.

Antonella Capetti

Antonella Capetti

Insegnante

Antonella Capetti lavora da trent’anni nella scuola. All’inizio della sua attività di docenza ha insegnato nella scuola dell’infanzia, in seguito, nella scuola primaria. È appassionata di letteratura per l’infanzia, illustrazione e poesia. Dal 2013 sperimenta “Apedario”, un blog di documentazione del suo lavoro in classe con gli albi illustrati, da cui emerge una idea di scuola basata sull’apprendimento della lettura e della scrittura attraverso il linguaggio dei picture books.

Antonio Sarzo

Antonio Sarzo

docente

Nato a Campo San Martino (Padova) nel 1965 e laureato in Scienze Naturali all’Università di Padova, dal 1991 vive a Rovereto (Trento) dove insegna geografia. E’ autore di articoli e pubblicazioni scientifiche riguardanti la didattica della geografia, l’ecologia del paesaggio, la fitogeografia e la fitosociologia. Ha pubblicato i volumi «Territorio ed economia» (Bignami, 1999), «I prati aridi del Trentino Meridionale» (Nicolodi, 2006), «La flora dei muretti del Trentino» (Curcu & Genovese, 2009), «Spuai» (Inveneto, 2009), «Floralpina. I fiori più belli delle nostre Alpi» (Curcu & Genovese, 2012) e «Menème casa» (Inveneto, 2015). Come coautore ha pubblicato «Pan e Curtèll. Tradizioni, personaggi e memorie della Valle Intelvi» (Nordpress, 2007), «Il Rifugio Vincenzo Lancia. Storia, escursioni, natura» (La Grafica, 2010) e «Naturalmente Trentino. I paesaggi, la natura, i luoghi» (Curcu & Genovese, 2012).

Alberto Fiocco

Alberto Fiocco

Illustratore

Alberto Fiocco, nato a Feltre (BL) nel 1988, è un illustratore freelance.
Ha collaborato con numerose realtà editoriali, tra cui Pomo, Oxydo, Moleskine, La Feltrinelli, Loescher Editore, Mondadori, Einaudi, La Stampa, Tiwi. Nel 2011 è tra i fondatori di progetto Fuochi Fatui Festival, di cui è anche curatore. Nel 2016 fonda il collettivo di illustrazione ed animazione Tadà con Claudio Marcon.

Anonima impressioni

Anonima impressioni

Collettivo

Anonima Impressori officina grafica e stampa d’arte, è contemporaneamente uno studio grafico, una stamperia artigianale, un archivio di antichi alfabeti in legno e piombo. Nata nel 2012 a Bologna, mette in relazione la progettazione grafica moderna e digitale con le antiche tecniche di stampa come xilografia e tipografia a caratteri mobili. Un percorso creativo che mira a far rientrare a pieno titolo nella contemporaneità quel processo che dell’età moderna ha rappresentato l’inizio: la stampa tipografica.

Arianna Squilloni

Arianna Squilloni

Editore

Arianna Squilloni è nata a Milano nel 1976, dove ha studiato Lettere Classiche specializzandosi in Linguistica e Logica Filosofica. Dal 2002 vive a Barcellona, dove ha iniziato a occuparsi di letteratura infantile e giovanile, finché nel 2008 ha aperto A buen paso, una casa editrice per camminanti curiosi, che pubblica albi e libri molto illustrati. Collabora con riviste specializzate in Spagna ed altri Paesi (come “Hors cadres[s]” e la sua versione spagnola “Fuera de margen”), partecipa assiduamente a giornate e dibattiti, realizzando lezioni e laboratori in corsi e master per scrittori, illustratori, bibliotecari e maestri. A volte scrive per bambini (L’estate e tutto il resto, Topipittori 2016; En casa de mis abuelos, Ekaré, 2011, in Italia, A casa dei nonni, Donzelli, 2012), ma non solo (En el laberinto de la palabra, una guía de viaje, Pantalia, 2014; El verano de John Silver, Editorial Milrazones, 2017). Una delle sue passioni è lo studio delle lingue vive o morte che siano.

Cécile Belmont

Cécile Belmont

Designer

Cécile Belmont (1975) ha studiato textile design alla ESAA-École supérieure des artes appliqués Duperré di Parigi, pittura con Tulio de Sagastizabal a Buenos Aires ed ha alle spalle un master in textile and surface design alla Kunsthochschule Weißensee di Berlino. Vive e lavora in Austria. Nel suo lavoro Belmont utilizza vari strumenti e tecniche prese in prestito sia dal campo dell’arte che dal design: ricamo selvaggio, serigrafia su tessuto, edizione limitata di capi di abbigliamento, progetti pubblici interattivi, performance e fotografia. Da questa sinergia ne risulta una dinamica specifica che permette a questa artista di diffondere le sue immagini in contesti diversi e in relazioni col pubblico – dalla strada in galleria e dalla galleria sulla strada.

Cécile Belmont (1975) studied textile design at the ESAA Duperré in Paris, painting with Tulio de Sagastizabal in Buenos Aires, Argentina. She completed a master’s degree in textile and surface design at the Kunsthochschule Weißensee, Berlin. Cécile Belmont lives and works in Austria. In her work Cécile Belmont uses various tools and techniques borrowing strategies from both art and design: wild embroidery, screen printing on fabric, limited edition of clothing, participatory public projects, performance and photography. They create a specific dynamic and allow her to spread her images in different contexts and relationships to the audience – from the street into the gallery and from the gallery on to the street.

www.cecilebelmont.com

Chiara Armellini

Chiara Armellini

Illustratrice

Chiara Armellini è nata in provincia di Verona nel 1985. Ha studiato grafica e illustrazione all’ISIA di Urbino e all’Escola Massana di Barcellona. Le sue illustrazioni sono state selezionate a Bologna Children’s Book Fair 2010 e 2012, e in altri importanti concorsi di illustrazione. Da alcuni anni svolge laboratori creativi per bambini in biblioteche, librerie, musei, scuole. Ha pubblicato per Topipittori, La Joie de Lire, Holistic Education, Knesbeck Verlag, Editori Internazionali Riuniti, Hamelin Associazione Culturale, Eli Publishing, Gestalten, Loescher, EL Einaudi, Djeco. Collabora con les Trois Ourses, l’Association Peekaboo!, e
l’Association Panda Roux. Attualmente vive a Parigi e lavora in una piccola libreria per ragazzi a Montmartre.

Cristina Bellemo

Cristina Bellemo

Giornalista

Cristina Bellemo è nata a Bassano del Grappa, città dove vive e lavora. Laureata in lettere classiche all’Università di Padova, con una tesi di traduzione dal greco, da vent’anni è giornalista. Attualmente è direttrice del periodico L’Abbecedario, edito da A.B.C.Associazione per i Bambini Chirurgici dell’ospedale pediatrico Burlo Garofolo di Trieste, per la quale ha anche curato i testi del libro Nella foresta veramente scura, Storie di avventure, cicatrici e coraggio. Scrive per Topipittori, Zoolibri, Rizzoli, Erickson, Il Castoro. Ha ottenuto premi e riconoscimenti letterari. Le sue storie sono state tradotte in diverse lingue (coreano, cinese, spagnolo, catalano, portoghese, greco). Ricordiamo La leggerezza perduta, Tuttodunpezzo, Storia Piccola, Due ali (Topipittori); Sottosopra, L’omino del blu, Qualcosa da dire (Zoolibri); Io e il falco (Rizzoli); Diamoci una sregolata!, Fammifamiglia (Erickson); Che genio Eugenio (Il Castoro). Da anni promuove e organizza attività culturali. Alcune delle sue storie sono divenute spettacoli teatrali. Incontra i bambini, i ragazzi, gli adulti, raccontando la passione per le storie, e la narrazione come forma necessaria del prendersi cura. È sposata con Massimiliano, e mamma di Cecilia e Sebastiano.

Danio Miserocchi

Danio Miserocchi

Erpetologo

La Natura è un po’ il mio stile di vita, ed anche il mio lavoro, che alterna ricerca a divulgazione. Laureato in Scienze Naturali con tesi specialistica in Erpetologia all’Università di Ferrara nel 2006, sono libero professionista e collaboro con il Museo delle Scienze di Trento. I miei interessi spaziano dagli animali, perlopiù quelli ignorati, alle piante palustri.

Diego Leoni

Diego Leoni

Storico

E’ nato e vissuto a Rovereto. Laureato in filosofia e storia, ha sempre insegnato, coniugando la pratica didattica alla ricerca. Come storico si è formato dentro i Corsi statali per lavoratori, la redazione della rivista “materiali di lavoro”, il Laboratorio di storia di Rovereto, che da sempre (1989) coordina. Si è occupato, e si occupa, di storia sociale, storia del lavoro, storia delle guerre, con un’attenzione particolare alle fonti memorialistiche e a quelle visive (cinema e fotografia). Con i registi Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi è autore della Trilogia trentina sulla prima guerra mondiale. Da poco (novembre 1915) è uscito nella collana storica di Einaudi il suo ultimo lavoro sulla prima guerra mondiale, La guerra verticale. Uomini animali e macchine sul fronte di montagna. Ha due figli, un giardino di rose e una labrador nera. Le gatte, centenarie, da poco se ne sono andate.

Elena Fierli

Elena Fierli

Docente

Elena Fierli è laureata in Storia dell’arte contemporanea all’Università degli Studi di Firenze e specializzata in Storia dell’arte e museografia all’Università Federico II di Napoli, ha conseguito il Master in “Gestione e comunicazione dei beni culturali” presso l’Università Normale di Pisa.
Dal 1995 si occupa di educazione museale, promozione della lettura e valorizzazione delle differenze collaborando con scuole di ogni ordine e grado, musei e progetti di formazione e didattica in luoghi “non deputati” come carceri e comunità di attenzione a pazienti psichiatrici.
In particolare dal 2007 si occupa dell’organizzazione delle attività dei Servizi educativi del Palazzo delle Esposizioni, per promuovere l’accesso all’arte per tutti e tutte e la creazione di nuovi condivi di lettura per tutti i pubblici.
Collabora con la sezione Formazione infanzia dell’associazione di promozione sociale SCOSSE che vede tra i suoi progetti l’osservatorio on line sugli albi illustrati senza stereotipi rivolti alla fascia di età 0-6 anni, “Leggere senza stereotipi”.

Elisa Talentino

Elisa Talentino

Illustratrice

Elisa Talentino (Torino 1981) è un’artista che lavora con grafica d’arte, pittura e illustrazione.
Nel 2009 ha dato vita a Torino con Paolo Berra al laboratorio di stampa d’arte Inamorarti, con cui porta avanti un progetto di illustrazione, grafica, editoria indipendente e serigrafia artistica.
Nel 2013 ha pubblicato con Print About Me Micro Press il libro d’artista Le jardin d’hiver con cui è stata selezionata per la mostra degli illustratori Children Book FairBologna 2015 e al premio Ilustrarte 2014, Biennale internazionale dell’illustrazione di Lisbona. Il libro ha ricevuto la menzione d’onore Lidu art Books per la stampa d’arte 2014.
Ha presentato a BilBOlbul 2014, Festival internazionale di Illustrazione e Fumetto di Bologna, il libro Bendata di Stelle, pubblicato da Inuit Editions.
Il suo ultimo libro Metamorphosis, pubblicato con l’editore La grande illusion con il sostegno del Goethe Institut Torino è stato presentato in occasione di Bologna children book fair 2016.
Ha lavorato per: The New York Times, Goethe Institut, Mondadori, La Stampa. Ha tenuto workshop di illustrazione e serigrafia presso: Ied Torino, MiMaster Milano, Isia Urbino, AIAP.
www.elisatalentino.it

E.T. Editoria Tattile

E.T. Editoria Tattile

associazione

E.T. editoria tattile è un’associazione di promozione sociale tutta al femminile costituita da storiche dell’arte, educatrici, psicologhe, insegnanti di sostegno e grafiche. Crea libri tattili, progetta laboratori e corsi di formazione, conduce ricerche bibliografiche sulle potenzialità dell’educazione multisensoriale e del libro accessibile in tutte le sue forme.

Eleonora Cumer

Eleonora Cumer

Illustratrice

Eleonora Cumer, nasce nel 1956 a Bolzano dove tuttora vive. Si occupa di arte contemporanea e nello specifico di libri d’artista, di installazioni con pagine di libri usati e di illustrazione. Tiene laboratori e workshop presso musei d’arte contemporanea, festival, enti pubblici, associazioni. Pubblica in Italia e all’estero. I suoi libri d’artista si trovano in collezioni private e presso istituzioni pubbliche. Ha partecipato a numerose mostre sia nazionali che internazionali, ultime in ordine di tempo: Cartavetra (Firenze – 2017), Con Temporary Gallery (Bolzano – 2016), “Oggetto libro – book object” Biblioteca Briadense e Mediateca S. Caterina (Milano – 2016), “Délires de Livres” (Rambouillet – 2016), II Biennale del libro d’artista (Napoli – 2015), “Délires de Livres” (Chartres – 2015), “Impatto 2.0” (Este, Padova – 2015), “Tacco quindici” Palazzo assessorile (Cles, Trento – 2015), “La seconda vita: riciclo, riuso ed ambiente nell’arte contemporanea” (Sanzeno, Trento – 2015), Cart’arte – Museo Pier Maria Rossi (Berceto, PR – 2014), Vedere oltre le pagine del libro – Palazzo Meroli (Narni, TR – 2014), Museo Archeologico (Amelia, TR – 2014), RicCAA – Biennale di arte e design (Padova – 2013), “Délires de Livres” (Chartres – 2013).

Elisa Tomat

Elisa Tomat

botanica

Nata a Udine nel 1976, si è laureata in Scienze e tecnologie agrarie a indirizzo ambientale, seguendo all’Università di Reading (UK) i corsi di Garden Design e Planting Design di Richard Bisgrove. Perfezionatasi nel 2003 in Parchi, giardini e aree verdi all’Università di Torino, ha svolto in seguito un dottorato di ricerca a Udine in ecologia agraria sul ripristino dei prati stabili ricchi di specie su suolo calcareo. L’impegno nella salvaguardia dei prati planiziali della Regione Friuli Venezia Giulia le è valso nel 2005 il Premio Nonino Risit d’aur. Dal 2005 al 2011 ha lavorato alla produzione e commercializzazione di sementi di fiori selvatici per SemeNostrum, azienda di cui è stata co-fondatrice. Si occupa ora di progettazione e realizzazione di giardini privati, cercando sempre di adattare le piante ai luoghi e non i luoghi alle piante.

Elisa Vettori

Elisa Vettori

Fotografa

La cameretta oscura è Elisa Vettori (1985). Elisa Vettori si è laureata in Industrial Design-Comunicazione Visiva allo IUAV di Venezia. Lavora come fotografa freelance e studia Antropologia. Nel 2014 entra a far parte di un collettivo fotografico, il Collettivo Fotosocial, con un progetto di reportage fotografico sulla gjakmarrja, la vendetta di sangue albanese. Nel 2013 fonda La Cameretta oscura, un contenitore di idee per la progettazione e la realizzazione workshop, corsi e percorsi di fotografia per bambini.

Filippo Prosser

Filippo Prosser

Botanico e autore

Filippo Prosser è nato nel 1963 a Cantù (CO), nel 1988 si laurea in Scienze forestali a Padova. Dal 1983 è interessato alla floristica del Trentino e dintorni. Dal 1990 lavora presso il Museo Civico di Rovereto, promuovendo il progetto di cartografia della flora vascolare della provincia di Trento, con l’aiuto di numerosi floristi locali ed esteri. È responsabile del rilevamento floristico e dell’inserimento dei dati. Nel 2000 ha iniziato un analogo progetto per la provincia di Verona. Il database ha raggiunto attualmente ca. 1.300.000 di dati, includendo osservazioni di campagna, reperti d’erbario e bibliografia. È inserito in vari progetti riguardanti la flora del Trentino, come checklist regionali/nazionali, attività di conservazione (Natura 2000, IPAs, Seedbank del Trentino, Red Listing e altri), atlanti corologici (per esempio pteridofite e specie endemiche dell’Italia nordorientale, Intrabiodiv, Atlas Florae Europaeae). È curatore dell’erbario ROV, con oltre 70.000 campioni ed è autore/coautore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative.

Francesca Bazzurro

Francesca Bazzurro

Illustratrice

Francesca Bazzurro nasce a Livorno da padre Comandante della Marina Militare Italiana.
La sua infanzia è in movimento, in varie città italiane. Il viaggio e il mare sono una costante del suo andare. Oggi vive e lavora a Milano, ma sempre pronta a partire. Si laurea all’Accademia di Brera in tecniche dell’incisione e litografia, approfondendo la sua formazione tecnico-artistica nell’Atelier di Giorgio Upiglio. Alla creazione del suo universo figurativo, concorrono i media e le tecniche più diverse. “Illustratrice attenta e graffiante” come ama definirla Italo Lupi, i suoi lavori sono stati pubblicati su riviste nazionali e internazionali. Negli anni ha collaborato con studi di architettura e progettisti di fama internazionale, tra i quali: Italo Lupi, Mario Bellini, Marco Ferreri, De Pas-D’Urbino-Lomazzi, Denis Santachiara, Achilli-Ghizzardi. Ha illustrato il Cucchiaio d’Argento di Phaidon, uscito in tutto il mondo. I suoi libri illustrati sono stati editati da prestigiose case editrici: Abitare-Segesta, Mondadori, Feltrinelli, Editoriale Domus, Salani, Copenrath, Edelbra, Paravia, Media Vaca, Joie de Lire, Topipittori e altre. Ha collaborato con brand del design, della moda e del made in Italy. Tra i quali: Borsalino, Campeggi, quattrocchio, Zerodisegno, Fishdesign, Eni, BTicino, RDB, Metis, ATM-Azienda Trasporti Milanesi e altri. Per l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Parma ha sviluppato un progetto di video storytelling.
Come carnettista: è stata selezionata come rappresentante per l’Italia alla Biennale del Carnet de voyage di Clermont Ferrand; ha partecipato a Galassia Gutenberg e In viaggio col taccuino. E’ sponsorizzata da Moleskine e ha partecipato alla mostra londinese “7 taccuini d’autore per Lettera27”. Ha esposto alla mostra milanese “Metamorfosi del Viaggiatore” alla Fondazione Stelline e alla Biennale del viaggio di Arona. Ogni occasione è buona per disegnare il mondo dal suo punto di vista.

Francesca Zoboli

Francesca Zoboli

Illustratrice

Francesca Zoboli si è diplomata in Visual Design presso la ScuolaPolitecnica di design di Milano, e in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.
La sua professione di decoratrice di interni e di pittrice l’ha portata a confrontarsi spesso con superfici di dimensioni ragguardevoli. Il fascino di lavorare in piccolo l’ha scoperto ultimamente progettando alcuni libri di immagini, e divertendosi moltissimo.
Per la casa editrice Topipittori ha illustrato nel 2007 “C’era un ramo” e nel 2012 “Dame e cavalieri”, quest’ultimo è stato inserito, dalla Internationale Jugendbibliotheck di Monaco, tra i White Ravens 2013 (bollettino internazionale dei migliori libri per bambini e ragazzi), meritando inoltre una Menzione d’onore per la sezione non-fiction al BolognaRagazzi Award 2013.
Nel 2015 ha pubblicato “Occhio al mosaico” e nel 2016 “Bianco” per la collana PIPPO, sempre edizioni Topipittori.
Per la casa editrice “La Grand Illusion” ha illustrato nel 2013 il racconto “IL foglio era bianco”.

Gaia Germanà

Gaia Germanà

Danzatrice

Gaia Germanà è danzatrice e insegnante di danza contemporanea e improvvisazione. Vive e lavora a Bologna. Opera nell’ambito artistico come assistente del coreografo e direttore della Biennale Danza di Venezia Virgilio Sieni, e in quello educativo e sociale per le scuole pubbliche e presso il museo della musica di Bologna. Collabora con il Festival Oriente Occidente di Rovereto per il progetto europeo Moving Beyond Inclusion ed è attiva nell’ambito della rete italiana Unlimited per la ricerca sulla danza inclusiva. Nel 2016 fonda l’associazione MUVet che porta la danza fuori dai teatri, negli spazi pubblici e promuove la cultura del movimento consapevole per tutte le persone, adulti e bambini.

Geena Forrest

Geena Forrest

Illustratrice

Geena Forrest è un dottore forestale con la passione per insetti ed erbacce. All’università i suoi appunti mescolavano parole e disegni: le sembrava di capire meglio le cose da studiare. Allieva alla Scuola Internazionale di Illustrazione di Sarmede e ad Artelier a Padova, si è accorta che disegnare poteva essere anche un modo per spiegarle meglio agli altri, le cose di scienze.
A luglio 2016 esce il suo primo libro con la casa editrice Topipittori: “Sei Zampe e poco più”, una guida pratica per giovani, e meno giovani, entomologi in erba. I suoi laboratori nelle scuole, nelle biblioteche e nelle librerie indipendenti sono un mix di disegno scientifico, studio degli insetti e gioco.
Dal 2009, come volontaria, legge ad alta voce storie e albi illustrati alla biblioteca di Montebelluna. Gira sempre con una lente in tasca.

Gioia Marchegiani

Gioia Marchegiani

Illustratrice

Gioia Marchegiani è nata a Roma nel 1972. Si è diplomata in Illustrazione all’Istituto Europeo di Design di Roma e frequentato workshop di illustrazione. Ha vissuto dieci anni a Berna in Svizzera, dove oltre all’attività di illustratrice ha partecipato come pittrice a esposizioni personali e di gruppo. I suoi libri sono stati pubblicati in Italia e all’estero e hanno ricevuto riconoscimenti nazionali ed internazionali. Oggi vive e lavora a Roma dove oltre al mestiere di illustratrice insegna disegno e acquerello e svolge laboratori di promozione alla lettura e attività didattico-creative con la sua associazione Semidicarta. L’illustrazione è la sua grande passione, ma ama trascorrere il tempo immersa nella natura, da sola o con la sua famiglia, a passeggiare a piedi o in bici, a dipingere e disegnare, a coltivare il suo giardino e un piccolo orto.

Giordano Vignoli

Giordano Vignoli

Entomologo

Giordano Vignoli è un Naturalista, laureato in Scienze per l’Ambiente e il Territorio all’Università di Modena e Reggio Emilia, che si è specializzato in entomologia durante la tesi Specialistica, collaborando col Museo di Storia Naturale di Verona. É da anni operatore didattico al MUSE, Museo delle Scienze di Trento, e collabora con alcune scuole primarie della Provincia di Modena, svolgendo attività di sensibilizzazione ambientale.

Giovanni Lonardo

Giovanni Lonardo

Liutaio

Giovanni Lonardo (1963), liutaio, falegname, restauratore, attualmente sta costruendo due kayak per un signore inglese. Realizza mostre, laboratori, disegna oggetti su misura e su commissione, di carta e in legno. Vive su un’isola, anche se lontano dal mare. Parla italiano, spagnolo, inglese e francese (da autodidatta e con forte accento).

Giulia Tomasi

Giulia Tomasi

Botanica

Giulia Tomasi, trentina, laureata all’Università di Padova in scienze ambientali (LM-75) con indirizzo ripristino e valorizzazione del territorio, è specializzata nel campo della floristica e della vegetazione. Svolge ricerche, monitoraggi e studi ambientali nell’ambito delle aree protette del Trentino e del Veneto. Dal 2013 lavora presso la Sezione Botanica della Fondazione Museo Civico di Rovereto nell’ambito della ricerca floristica e della didattica delle scienze naturali. Con la Sezione Botanica del museo roveretano effettua escursioni di rilevamento della flora spontanea per il progetto di Cartografia Floristica del Trentino e della provincia di Verona. Si occupa anche di didattica presso il museo, il Giardino Botanico di Brentonico e il Bosco della Città di Rovereto. Sempre nel campo della divulgazione, è coautrice di alcuni libri di natura e ha tenuto numerose conferenze a carattere botanico anche a livello internazionale. Ama la montagna in tutte le stagioni praticando vari sport outdoor e coltiva da anni la passione della fotografia naturalistica.

Giuseppe Comuniello

Giuseppe Comuniello

Danzatore

È un danzatore non vedente. Nasce a Viareggio e vive la propria infanzia a contatto con la natura, crescendo nelle campagne toscane insieme alla famiglia. Pratica molti sport (nuoto, baseball, immersione…) e sperimenta come rendere accessibili nuove discipline come la scherma e i tessuti aerei. Approda alla danza nel 209, grazie a Virgilio Sieni. Con il coreografo fiorentino e un team di danzatori e studiosi che ruota attorno a Cango_Cantieri Goldonetta Firenze, esplora come apprendere e trasmettere la danza contemporanea senza passare dalla vista, ma appellandosi a un profondo sentire, a un ascolto interno del corpo e delle sue possibilità di muoversi nello spazio, con gli altri. Dopo il primo spettacolo, che lo vede in scena con lo stesso Sieni, Commedia del corpo e della luce, è un susseguirsi di lavori in duetto e poi in assolo, che lo portano a distinguersi nell’ambito della Biennale Danza di Venezia 2014 con le sue Danze leggermente diverse. Qui, ospite della Mostra Internazionale di Architettura, inventa e ricompone le sue danze, variazioni in improvvisazione su alcuni temi di movimento collegati a personaggi fiabeschi o della commedia dell’arte. È sempre qui che, insieme a Gaia Germanà, ha modo di far avvicinare alla danza altre persone non vedenti, grazie al progetto Danze per capire. Collabora dal 2016 alle attività di associazione MUVet di Bologna, per cui conduce alcuni laboratori del progetto Pratiche condivise, incontri rivolti a persone con e senza disabilità, professionisti e amatori del movimento.

Giusi Quarenghi

Giusi Quarenghi

Scrittrice

Giusi Quarenghi è nata a Sottochiesa, in Val Taleggio, nel 1951 e vive a Bergamo. Ha scritto racconti, filastrocche, storielle, testi di divulgazione, sceneggiature, romanzi; ha rinarrato fiabe e miti; ha riproposto i Salmi ‘per voce di bambino’. Ha pubblicato con Eelle, Coccinella, Bibliografica, Capitello, La Margherita, Panini, Mondadori, Giunti, San Paolo, Nuages. Nel 2006, ha vinto il Premio Andersen come miglior scrittore. Del 1999, è la prima raccolta di poesie Ho incontrato l’inverno (Campanotto); del 2001, è Nota di passaggio (Book); del 2006, Tiramore (Marsilio).

Ilaria Faccioli

Ilaria Faccioli

Illustratrice

Ilaria Faccioli vive e lavora a Milano dove ha fondato ‘Due mani non bastano’, studio che si occupa di illustrazione e di progettazione grafica. I suoi lavori sono stati pubblicati, tra gli altri, da Rizzoli, Feltrinelli, Magazzini Salani, Emme edizioni. Ama fare collage, andare ai concerti all’aperto, fare pic-nic, tagliarsi i capelli, bere vino rosso e stare nella natura.

Lakshminath Kundanati

Lakshminath Kundanati

Ingegnere

Lakshminath Kundanati è nato e cresciuto in India. Studia la relazione tra la forma e le funzioni nei materiali naturali. Il fascino verso il mondo degli insetti lo ha spinto a compiere ricerche sull’anatomia degli insetti in relazione all’ingegneria biomeccanica e biomedica. Attualmente sta svolgendo una ricerca di dottorato di ingegneria meccanica presso l’Università di Trento.

Libri Finti Clandestini

Libri Finti Clandestini

Editore

Libri Finti Clandestini è un esperimento nell’ambito del riciclo, in relazione all’editoria e al design il cui scopo è quello di realizzare veri e propri libri (sketchbook, taccuini, diari di viaggio, “libri oggetto”, carnet de voyage…) usando solamente “carta trovata in giro”, carta che la gente considera spazzatura: scarti di tipografie, prove di stampa e carte di avviamento, sacchetti della spesa, poster, buste, sacchetti del pane, carta da parati…
Essi possono essere piccole tirature pop up (edizioni di 50, 100 numeri) o libri pronti per essere scritti, disegnati o per assumere qualsiasi altro significato il possessore voglia dargli.

Mara Cozzolino

Mara Cozzolino

Illustratrice

Mara Cozzolino ha lavorato come illustratrice e ha praticato per molti anni l’incisione calcografica. Nel 2011 si avvicina alla xilografia giapponese Mokuhanga che da allora diventa la sua attività principale. A partire dal 2013 tiene workshop mensili di xilografia Giapponese presso l’associazione Stamperia 74/b a Milano.
Ha studiato a Edimburgo presso Edinburgh Printmakers con Paul Furneaux, a Montefiore Conca presso Opificio della Rosa con Wuon Gean Ho (luglio 2011). Nel 2011 ha partecipato alla prima Conferenza Internazionale sulla Mokuhanga presso il lago Kawaguchi, a Kyoto. Nel 2012 è stata scelta da MiLab (Mokuhanga Innovation Laboratory), per compiere una residenza artistica insieme ad altri 5 artisti provenienti da tutto il mondo.

Marco Romano

Marco Romano

Ricercatore

Marco Romano ha ideato e realizzato numerose ricerche etnoantropologiche in Val di Non e in Trentino. Ha collaborato con il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina di S. Michele all’Adige, la Fondazione Museo Storico del Trentino, l’Università di Padova e l’Accademia della Montagna del Trentino. Con il regista Michele Trentini ha realizzato come ricercatore e aiuto regista i docufilm pluripremiati Cheyenne, trent’anni e Piccola terra. La sua attività professionale di ricerca e scrittura è volta a documentare e raccontare le realtà di chi vive e lavora in montagna.

Marina Girardi

Marina Girardi

Illustratrice

Marina Girardi è illustratrice e autrice di storie a fumetti. Il suo lavoro si nutre soprattutto di di incontri e osservazioni che nascono durante vagabondaggi in giro per l’Italia, in luoghi lontani dalle strade principali, dove l’uomo e la natura sanno parlare tra loro. I suoi libri prendono spesso la forma del diario di viaggio. Kurden People, edito nel 2009 da Comma 22 Editore e tradotto in Francia da L’Agrume Edition, Appennino, 2010, e Tutta discesa, 2013, entrambi per Comma 22 editore. Nel 2015 esce per Topipittori Capriole, l’autobiografia della sua infanzia nomade e nel 2016 pubblica con Becco Giallo L’Argine, un lavoro a quattro mani con Rocco Lombardi. Al sabato dipinge in strada con la sua bicicletta da pittrice e poi per mettere radici la domenica canta le canzoni della Donna Albero. Insieme a Rocco Lombardi ha creato Nomadisegni, un progetto di laboratori di fumetto itineranti per raccontare le storie nascoste dentro al paesaggio. Marina e Rocco vivono e lavorano sull’Appennino bolognese.

Marina Marcolin

Marina Marcolin

Illustratrice

Marina Marcolin è nata a Vicenza nel 1975. Lavora come illustratrice e pittrice per case editrici e gallerie nazionali e internazionali. Le sue illustrazioni sono state pubblicate in Italia, Francia, Germania, Svizzera, Spagna, Portogallo, Olanda, Grecia, Taiwan, Corea, Irlanda ed esposte al Museum of American Illustration di New York, alla Mostra Bologna Children’s Book Fair, all’Itabashi Art Museum e all’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo, all’Auditorium della Musica di Atene, al Palazzo delle Esposizioni di Roma, al Museo della Carta di Fabriano. Tiene regolarmente da più di dieci anni corsi e workshop di acquerello. Vive e lavora ad Arcugnano, tra un lago e il bosco. www.marinamarcolin.com

Marta Farina

Marta Farina

Illustratrice

Marta Farina (1979) è nata a Belluno, dove vive e opera. Si diploma in pittura all’Accademia delle Belle Arti di Venezia nel 2002. Nel 1999 è a Parigi dove frequenta i corsi dell’Ecole Estienne, approfondendo l’incisione e la litografia. Dal 2003 approfondisce il campo dell’illustrazione per l’infanzia presso la Scuola Internazionale di Illustrazione per l’infanzia di Sarmede (TV). Approfondisce la tecnica dell’affresco e delle decorazioni murali, diffondendo quest’arte antica anche nelle scuole, tenendo corsi di pittura murale ed affresco, sia in Italia che all’estero (Thailandia, Nepal, Francia). Dal 2004 cura progetti di didattica dell’arte e tecniche pittoriche per scuole, biblioteche, musei, mostre internazionali, centri culturali. Nel corso degli ultimi dieci anni, ha speso complessivamente ben 34 mesi in Asia per riempire di disegni i suoitaccuini di viaggio illustrati, che sono stati esposti in mostre in Italia e all’estero (Francia) dedicate all’arte dei “Carnet de Voyage”.

Matteo pelliti

Matteo pelliti

Filosofo

Matteo Pelliti (Sarzana, 1972) vive a Pisa dove si è laureato in Filosofia. Ha pubblicato le raccolte di poesie Versi ciclabili (Orientexpress, Napoli 2007) e Boicottando mongolfiere e ghigliottine (Tapirulan Edizioni, 2013); i racconti Giocattoli (Felici Editore, 2010); è presente nel Registro di poesia #2 curato da Gabriele Frasca (Edizioni d’If, 2009). Del 2015 la raccolta di poesie “Dal corpo abitato” (Luca Sossella editore) con le illustrazioni di Guido Scarabottolo e un cd audio con la voce di Simone Cristicchi, cantautore col quale collabora stabilmente dal 2005. Nel 2013 ha collaborato alla scrittura del testo teatrale di “Magazzino 18″, musical-civile dedicato da Cristicchi alla storia dell’esodo giuliano-dalmata, che ha debuttato a Trieste nell’ottobre del 2013. Nel 2014 ha partecipato come autore allo spettacolo “Marx Reloaded” per Internet Festival, con I Sacchi di Sabbia, il collettivo Diecimila.me e Moni Ovadia. Nel 2015 ha scritto con Simone Cristicchi il monologo “A volte ritorno” e, con Manfredi Rutelli, per Montalcino FermentiInscena, lo spettacolo teatrale “Tacabanda” (racconto musicale per voce recitante e banda di paese). Nel 2016 alcune sue poesie sono state pubblicate nell’Almanacco dei poeti e della poesia contemporanea n. 4 (Raffaelli Editore), ha preso parte all’antologia di racconti illustrati AZ (Tapirulan) e ha scritto con Cristicchi il monologo “L’ultimo condannato”, in occasione della “Festa della Toscana 2016”. Tiene un laboratorio di scritture, “Tracce. Percorsi di poesia urbana”, la cui prima edizione si è svolta a Pisa nel dicembre 2016.

Il suo diario in rete è www.coltisbagli.it

Mauro Bellei

Mauro Bellei

Architetto

Mauro Bellei è architetto. Ha realizzato opere recensite su riviste di design e architettura (Domus, Abitare, Modo, Ottagono). Alcuni suoi lavori sono raccolti ne “Il progetto dello scoiattolo” (Corraini, Mantova, 2011). I suoi giochi didattici trovano ampia illustrazione in “Accipicchiadesign” (Unoquasidue, Bologna, 2013) e i suoi libri sono catalogati in “Un altro libro” (Corraini, Mantova, 2016).

Michela Tonelli e Antonella Veracchi

Michela Tonelli e Antonella Veracchi

educatrici

Michela Tonelli (Rovereto 1983) laureata in Conservazione dei Beni Culturali all’Università di Trento e in Storia dell’arte contemporanea all’Università Roma Tre con una tesi sul libro d’arte per ragazzi. Antonella Veracchi (Roma 1982) giornalista-pubblicista, laureata in Storia dell’arte contemporanea all’Università Sapienza di Roma con una tesi sui libri cuciti di Maria Lai. Lavorano da più di dieci anni insieme nel mondo dell’arte come educatrici museali progettando percorsi per scuole e famiglie, corsi di formazione per insegnanti, operatori e operatrici, mostre e progetti speciali sull’accessibilità all’arte e alla lettura per tutti i pubblici. Sono autrici di diversi libri tattili, premiati e pubblicati anche all’estero. Per l’associazione E.T. editoria tattile progettano e conducono interventi formativi per diffondere e valorizzare il libro tattile illustrato come prezioso strumento di educazione e inclusione.

Milimbo

Milimbo

Editore

Milimbo è una piccola casa editrice con base a Valencia, fondata da Juanjo G. Oller e Trini Olcina. Progetta libri per giocare e giochi per leggere. La lettura, secondo i fondatori, è un gioco che stimola l’immaginazione. I loro libri e oggetti si collegano alla letteratura popolare e alla tradizione orale. C’è chi si domanda se siano realmente per l’infanzia. Gli adulti non sono sicuri di poter rispondere sì e i bambini non fanno caso a questo tipo di domande. E questo, secondo Milimbo, è precisamente l’essenza della letteratura infantile: una tensione estetica che caratterizza la relazione bambino-adulto. Dal 2007 a oggi Milimbo ha pubblicato sedici titoli, ideato e realizzato installazioni e workshop per adulti e bambini, nell’ambito di festival, musei, fiere internazionali, tra cui Salon du Livre et de la Presse Jeunesse Montreuil (Francia), ELCAF (Londra), Ilustrarte (Lisbona), Bilbao Art Book Fair (Spagna). In Italia è stato ospite di La Tribù dei Lettori (Roma), Uovokids (Milano), EXPO 2015 (Milano), Come on Kids! 3 (Libera Università di Bolzano, EDDES), Libri Fatti a Mano (Pieve Santo Stefano).

Mook

Mook

Designers

Mook nasce da un progetto di Carlo Nannetti e Francesca Crisafulli. Entrambi vivono e lavorano a Roma dove si sono diplomati, e oggi insegnano, presso l’Istituto Europeo di Design.
La loro attività artistica spazia dalla scultura alla grafica d’arte, dall’illustrazione al design, fino alla realizzazione di laboratori per bambini sull’arte e il riciclaggio. Mook crea e produce oggetti con materiali di recupero, pezzi unici che nascono dalla raccolta e dall’assemblaggio di materiale “scaricato dal tempo”.
Legni consumati dal mare, oggetti dimenticati dalla città, pezzi di vecchie porte o mobili e stoffe e parti metalliche di meccanismi che nessuno usava più, vengono ricomposti secondo le regole del riciclaggio artistico fino a realizzare sculture e oggetti d’uso.
Spesso definiti giocattoli per adulti, questi oggetti vogliono creare un rapporto emotivo con lo spettatore, ricco di rimandi all’universo infantile, alla dimensione del gioco e ad un presente letto in modo ironico e spiazzante. Il reale e l’immaginario, il presente e il passato si mescolano e si sovrappongono.
www.mook.it

Mister Gatto

Mister Gatto

Atelier creativo

Mister Gatto è un atelier creativo che si occupa di ricerca nel design e consulenza nell’ambito della comunicazione. Progettiamo seguendo un metodo: osservazione, originalità, unicità, errore creativo, sperimentazione, serendipità, manualità e partecipazione; questo è tutto ciò che dell’approccio progettuale ci entusiasma oggi. Mister Gatto è: Gianluca Camillini e Margherita Micheli. Parallelamente alla ricerca professionale, dal 2013 Gianluca è ricercatore e professore aggregato in visual communication presso la Libera Università di Bolzano e PhD candidate alla University of Reading (Uk). Mentre Margherita insegna progettazione cinematografica e disegno animato presso l’Istituto delle Arti “Depero” di Rovereto dal 2011.

MUVet

MUVet

Associazione sportiva dilettantistica

MUVet è un’associazione sportiva dilettantistica nata a Bologna nel maggio 2016. Promuove la diffusione della cultura della danza e delle discipline legate al corpo (yoga e GYROKINESIS®) rivolgendosi a persone abili e disabili, in ambito artistico, educativo e sociale. Propone progetti per bambini, adulti, professionisti e principianti. Attraverso percorsi finalizzati alla performance, alla ricerca, alla formazione e alla comunità, vuole trovare un punto di incontro tra linguaggi e forme d’arte differenti. Opera a Bologna portando la danza negli spazi pubblici, per restituirla alle persone, ma anche sul territorio nazionale per la rete #unlimited e, tramite il festival Oriente Occidente di Rovereto, con i partner europei del progetto Moving Beyond Inclusion, per la professionalizzazione di artisti disabili. Ha realizzato percorsi tra danza contemporanea, architettura e paesaggio presso le Serre dei Giardini Margherita, negli spazi di Dynamo – la velostazione di Bologna e a Rovereto presso il Masetto. Per le scuole della provincia emiliana ha proposto percorsi di ascolto del corpo e di avvicinamento al patrimonio artistico e culturale della città, adeguando modalità di esplorazione e indagine a varie fasce di età.

Paolo Canton

Paolo Canton

Editore/Autore

Editore, autore e traduttore di libri per ragazzi. Nel 2004 fonda con Giovanna Zoboli la casa editrice Topipittori, che raggiunge rapidamente notorietà internazionale ricevendo svariati riconoscimenti. I libri dei Topipittori sono stati tradotti in quindici Paesi. Nel 2011 è stato insignito del titolo di Chevalier dans l’Ordre des Arts et des Lettres dal Ministero della Cultura della Repubblica Francese per aver contribuito alla diffusione internazionale della cultura dell’albo illustrato e all’innovazione nel libro per ragazzi.
www.topipittori.it

Roberta Bridda

Roberta Bridda

Illustratrice

Roberta Bridda è nata a Belluno nel 1975 e dal 2003 vive a lavora a Barcellona. Si laurea in Architettura allo IUAV di Venezia con una tesi sulla “Nascita del Libro d’Artista in Italia”. Parallelamente segue corsi di incisione, rilegatura e illustrazione in Italia e all’estero. Da sempre è interessata al libro fatto a mano e alle edizioni sperimentali. Attualmente è docente alla UB (Universidad de Barcelona) nella facoltà di Educazione nel Dipartimento di Didattica dell’Educazione Visiva. Tiene corsi di rilegatura e laboratori nelle scuole, nei centri civici e nelle biblioteche con alunni di tutte le età. Lavora come illustratrice e rilegatrice. Negli ultimi anni dedica la sua ricerca personale al mondo del libro tattile e Pop-Up.

Roberta Colombo

Consulente editoriale

Roberta Colombo è laureata in arti visive. Ha lavorato come educatrice presso scuole materne e primarie di primo grado, centri estivi e comunità di accoglienza casa-famiglia per minori. Ha collaborato con Associazione Hamelin di Bologna, occupandosi in particolare di progetti di educazione alla lettura del fumetto. Dal 2016 fa parte della redazione di Canicola Bambini.

Roberta Opassi

Roberta Opassi

Promotrice culturale

Laureata in Conservazione dei beni culturali, si è sempre occupata di valorizzazione ed educazione al patrimonio culturale lavorando presso diversi museali trentini e nazionali; attualmente lavora presso l’Ufficio per il Sistema bibliotecario trentino e partecipazione culturale, spostando i propri interessi verso l’ “oggetto libro” e la promozione della lettura in rapporto dialogico con l’immaginario visivo del patrimonio culturale.

Sara Marini

Sara Marini

Consulente editoriale

Sara Marini (Roma 1981) è Vicepresidente dell’Associazione di Promozione Sociale SCOSSE Soluzioni COmunicative, Studi, Servizi Editoriali.
Laureata in Testo linguaggi e letterature, formatasi negli studi di genere e femministi e nell’associazionismo di base. Si occupa di formazione di educatrici e maestre per la fascia d’età 0-11 anni. Per SCOSSE, di cui è vicepresidente, è tra le curatrici del settore Formazione Infanzia e del catalogo Leggere senza stereotipi. Svolge laboratori, corsi di formazione, seminari sulla costruzione dell’identità di genere e la valorizzazione delle differenze nella prima infanzia. Realizza consulenze bibliografiche, editoriali, per progettazione e allestimento spazi dedicati all’infanzia.

S.CO.S.S.E.

S.CO.S.S.E.

associazione

S.CO.S.S.E. è un’associazione di promozione sociale che nasce nel 2011 a Roma, dove ha sede, grazie a un’idea di giovani donne attive nel campo della ricerca, della formazione e della comunicazione, realizza molteplici attività rivolte in particolare all’inclusione sociale e al al contrasto degli stereotipi di genere. Si occupa di tutela dei diritti delle lavoratrici, pari opportunità, infanzia, sostegno alle nuove forme di welfare aziendale e di conciliazione per favorire la genitorialità di chi ha lavori atipici e intermittenti. Ha realizzato “La scuola fa differenza” per Roma Capitale, un ciclo di otto corsi di formazione obbligatori, diretti a oltre 200 insegnanti di 17 asili nido e scuole dell’infanzia pubblici, centrati sui temi dell’educazione alle differenze, al contrasto degli stereotipi di genere e alla prevenzione di bullismo, omofobia e violenza di genere, Roma Capitale CIG Z100CBCA27 – Determina num. 2701 del 16.12.2013. Inoltre, è prima promotrice e organizzatrice di “Educare alle differenze”, la rete nazionale, con oltre 200 associazioni e scuole, per la promozione delle differenze dentro e fuori le scuole e dell’iniziativa nazionale del 20 e 21 settembre 2014 – Educare le differenze – presso la Scuola Di Donato di Roma.

Silvia Berti

Silvia Berti

Danzatrice

Inizia i suoi studi di danza e pianoforte presso il Mousikè di Bologna. Nel 2004 si laurea al Trinity Laban di Londra in Dance Theatre e nel 2014 prosegue la sua formazione al Laban, in collaborazione con Indipendence Dance, frequentando e portando a termine il Master MA Creative Practice Professional Dance Pathway. Approfondisce lo studio di tecniche somatiche e affronta diverse metodologie di ricerca e creazione coreografica, diventando insegnante di ginnastica posturale e yoga. Collabora come danzatrice professionista per la compagnia Aldes di Roberto Castello e partecipa alla trasmissione televisiva “Vieni via con me” di F. Fazio e R. Saviano su RAI 3. Danza come freelance per Romeo Castellucci, Giorgio Rossi, Susan Sentler, Kirstie Simson, Biagio Caravano e Ambra Senatore e in spettacoli per bambini, presso il Teatro Comunale di Bologna, Modena e Piacenza. È danzeducatore® e insegnante di danza classica e contemporanea nelle scuole pubbliche e nelle scuole di danza, per bambini adolescenti e adulti. Contribuisce alla nascita del gruppo bolognese di danza urbana Phren composto di soli adolescenti. Conduce workshop estivi ed invernali anche all’estero presso la scuola TanzRaum di Penzberg (Monaco).
Nel maggio 2016 fonda a Bologna, insieme a Gaia Germanà e Martina Malvasi, l’associazione MUVet, grazie alla quale divulga la cultura della danza e della diversità in svariati contesti educativi, comunitari e artistici.

Silvia Vecchini

Silvia Vecchini

Scrittrice

Silvia Vecchini è nata a Perugia nel 1975, laureata in Lettere Moderne, è appassionata di
poesia. Da anni scrive libri per bambini e romanzi per ragazzi. Ha scritto un graphic novel
che ha ricevuto il premio Boscarato come miglior fumetto per bambini e ragazzi e il premio
Orbil Balloon; scrive sceneggiature per storie a fumetti della rivista Gbaby e rubriche per Il
Giornalino. Alcuni dei suoi libri sono stati tradotti in Francia, Spagna, Polonia, Corea del
Sud e in altri paesi. Incontra bambini e ragazzi nelle scuole, in biblioteca e nelle librerie per
letture e laboratori di scrittura.

Stefania Tonello

Stefania Tonello

Illustratrice

1896: nasce il cono gelato. 1986: nasce Stefania Tonello.
Stefania si è laureata presso l’università IUAV di San Marino e all’ISIA di Urbino con la tesi “La cassetta degli attrezzi. Prontuario di esperienze intorno al libro di immagini contemporaneo”.
Lavora come illustratrice e grafica e dal 2014 fa parte di Heads Collective. Ha una famiglia spagnola di nome Milimbo che l’ha coinvolta alla scoperta di nuovi percorsi di gioco.

Stefano Mayr

Stefano Mayr

Zoologo

Stefano Mayr è nato a Trento (1963) e risiede sull’Altopiano della Vigolana (TN). Si è laureato in Scienze Naturali presso l’Università degli studi di Camerino. A partire dai primi anni ’90 dello scorso secolo svolge attività di ricerca scientifica in ambito zoologico sulle Alpi ed Appennini, con particolare riferimento alla biologia dei Grandi Carnivori e alla fauna alpina in generale, in collaborazione con Istituti di Ricerca e Aree Protette. Successivamente si occupa di pianificazione ambientale nell’ambito di progetti comunitari riguardanti la nascente rete Natura 2000, in collaborazione con ERSAF (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste). Nel 2005 diventa tecnico controllore per conto di ICEA nel settore della certificazione biologica, nel 2008 diventa Accompagnatore di Territorio svolgendo attività professionale in tutto il Trentino Alto Adige. A partire dal 2016 è cogestore del Centro per l’Alpinismo Sostenibile di Casera Pioda in Val di Mello (provincia di Sondrio) per conto di Mountain Wilderness International, luogo di incontri multidisciplinari e di attività di immersione esperienziale nella natura.

Sualzo

Sualzo

Autore/Illustratore

Sualzo (Antonio Vincenti, 1969) è autore e illustratore per diverse case editrici italiane. Suoi libri sono stati pubblicati in Francia, Portogallo, Croazia, Svizzera, Polonia, Nuova Zelanda, Malesia, Giappone, Cina, Corea del Sud, USA.
Con il suo primo graphic novel L’improvvisatore (Rizzoli-Lizard), ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura del Festi’BD di Moulins 2009 ed è stato tra i cinque finalisti del Premio Micheluzzi 2010. Insieme a Silvia Vecchini è autore di Fiato sospeso (Tunué) che ha vinto il premio Boscarato e il premio Orbil nel 2012 come miglior fumetto per bambini e ragazzi. Dal 2008 disegna serie a fumetti per il mensile GBaby (San Paolo).
Nel 2013 per Bao publishing ha pubblicato, come autore completo, “Fermo” e dal 2014, disegna la serie a fumetti “Gaetano e Zolletta” (con i testi di Silvia Vecchini).
Nel 2016 Ha disegnato il silent book “Una cosa difficile” (Bao Publishing) scritto da SIlvia Vecchini e un racconto a fumetti nel libro collettivo “La prima volta che” (il Castoro).
Ha collaborato con la trasmissione radiofonica di Radio2 “Caterpillar”, per la quale realizza una serie di “poesie a fumetti”, raccolte nel libro “Disegni DiVersi” (‘round midnight edizioni).

TUTA

TUTA

Studio di comunicazione visiva

TUTA è uno studio di comunicazione visiva con base a Torino, diretto da Alice Lotti e Patrizio Anastasi, frutto di una collaborazione nata dopo una serie di esperienze di lavoro presso diversi studi di comunicazione visiva (515 Creative Shop, marito/brandlife designer, Leo Burnett Roma, Humus Design). TUTA lavora ad ampio raggio su progetti che spaziano dal brand identity, all’editoria, dall’illustrazione al web design. Crede nei valori dell’insegnamento, per questo cura e organizza workshop per adulti e bambini. Dal 2016 si occupa del corso di progettazione per l’illustrazione allo IED di Torino.

Umberto Mischi

Umberto Mischi

Illustratore

Umberto è nato nel 1987 a Sabbioneta, in provincia di Mantova.
Dopo aver frequentato l’ISIA di Urbino e l’École Estienne di Parigi ha collaborato con le case editrici Corraini e Feltrinelli
e con riviste quali “The New Yorker” e “The New York Times Book Review”.
Ama i film argentati e le camicie a pois e le camicie argentate e i film a pois.

Viola Niccolai

Viola Niccolai

Illustratrice

Viola Niccolai nasce in un piccolo paese sul Monte Amiata (GR) il 7 dicembre 1986. Frequenta il corso di pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze e il biennio specialistico d’illustrazione all’Accademia di Bologna. È stata selezionata per la mostra degli illustratori della Fiera di Bologna 2012 e alla biennale d’illustrazione d’Ilustrarte a Lisbona nel 2014 e nel 2016. A settembre 2014 esce per Topipittori il suo primo albo illustrato, La volpe e il polledrino, su un racconto di Antonio Gramsci. Ha collaborato con il NY Times, Feltrinelli, Corraini, Helbling Languages, Eli Readers, Ein Magazin, Goethe Institut, Hamelin, il Museo d’arte per bambini di Siena e il Museo diocesano di Padova.

Violeta Lopiz

Violeta Lopiz

Illustratrice

Violeta Lopiz è nata a Ibiza (1980). Ha pubblicato per le case editrici Kalandraka, Anaya, Edelvives, Siruela, Bruaá publisher, Editions du Rouerge, Hélium, Cambourakis, Topipittori and Planta Editora. Le sue illustrazioni sono state vincitrici di Ilustrarte 2016. Alcuni suoi lavori sono stati selezionati per il Salon du livre di Montreul; per CJ Awards in Korea; per cinque volte è stata selezionata per la Mostra degli illustratori della Fiera Internazionale del Libro di Bologna. Le sue illustrazioni sono state animate da Lu Bing per il CJ Picture Book Festival animation e sono apparse, negli ultimi anni, in diverse esposizioni in Spagna, Italia, Francia, Germania, Israele, Turchia, Giappone. Ha inoltre lavorato per El Mundo, El Expresso of Portugal e Iberia Magazine. Ha disegnato e illustrato una collezione di vestiti in lana per bambini chiamata “MATANA”. Ha illustrato la app Opera XXI per il Royal Theatre. Ha realizzato murals e lampade insieme all’illustratore Valerio Vidali, in una scuola d’arte a Berlino. Attualmente ha uno studio a Berlino.

X