buono a sapersi

Il Masetto profuma di bosco e di pane. I piatti sono quelli della cucina del Trentino. Canederli di carne e vegetariani, Spätzle, Schlutzkrapfen, polenta, gulasch, formaggio alla piastra, coniglio al forno, crauti, lucanica. Con le erbe spontanee, in primavera, prepariamo zuppe, risotti e gnocchi. In estate non mancano le tagliatelle con i porcini.

Tipico di Terragnolo è il fanzelto, a base di farina di grano saraceno, abbinato a salumi, formaggi di malga e cavolo cappuccio. Il pane è fatto in casa con la pasta madre di Giusi Quarenghi, un’autorità in materia di lieviti e poesia. Le nostre torte sanno di albicocche, mele e cannella, cioccolato, carote e mandorle. Una si chiama Pasubiana, l’abbiamo imparata da Anna. Spesso i bambini e le bambine si affacciano in cucina chiedendo i ghiaccioli alla fragola che abbiamo scoperto leggendo i libri di La cucina di Calycanthus.

Contiamo venticinque coperti in una sala con la volta a botte e trenta all’aperto, su panche e tavoli di larice.

X